3-12 Giugno 2017:  Vinoforum "Lo Spazio del Gusto" @Roma Incontri con vignaioli e grandi chef, degustazioni, show cooking, lezioni didattiche e laboratori animeranno  i dieci giorni della 14ª edizione di “Vinòforum – Lo Spazio del Gusto”, manifestazione che cresce ogni anno di più e la cui affluenza, nell’ultima edizione, ha toccato la quota di 42mila presenze, confermandosi uno degli appuntamenti più attesi dai wine & food lovers.

L’evento si svolgerà in Lungotevere Maresciallo Diaz a Roma ed avrà come media partner Italia a Tavola. Protagonista indiscusso della manifestazione sarà il vino, grazie alla partecipazione delle più rinomate aziende vitivinicole italiane ed internazionali per un totale di 500 cantine e 2.500 etichette.

Ma Vinòforum non è solo vino. Tre infatti quest’anno i format all’interno della manifestazione dedicati all’alta cucina:

  • Maestri in Cucina, cene a quattro mani con grandi chef e maestri pizzaioli.
  • Altro format dedicato all’alta cucina è The Night Dinner: una terrazza, un solo tavolo, 30 posti e una cena a sera a tu per tu con gli chef che per l’occasione hanno scelto di raccontarsi non solo attraverso i piatti, ma anche attraverso videoproiezioni e playlist musicali. È così che nasceranno dei menu pensati in abbinamento con grandi vini e cocktail.
  • Temporary Restaurant, iniziativa nella quale verranno coinvolti 40 ristoranti per un totale di 120 piatti in stile street gourmet.

Sviluppo Horeca Factory, per l’edizione 2017, è presente con uno stand rappresentativo nel quale gli ospiti avranno il piacere di degustare i vini delle aziende Velenosi Tenuta Sette Ponti.

 

Tenuta Sette Ponti

Una storia fatta di passione, dedizione, ma soprattutto di grande amore verso la Vigna e le sue tradizioni. Una filosofia d’impresa intessuta di qualità, ricerca, antichi saperi, consuetudini secolari, rispetto della terra e del suo equilibrio, sintonia con le più profonde e articolate conoscenze agrarie ed enoiche.

Vigne curate come giardini, con la massima attenzione rivolta alla terra e agli impianti. Il vino si fa nella Vigna è un antico detto delle tradizioni del territorio, ed è con questo spirito che fanno nascere vini rossi come Oreno – quinto posto nella Top Hundred della rivista Wine Spectator, pluripremiato a livello mondiale – Vigna dell’Impero 1935, Vigna di Pallino, Crognolo. Bianchi come Anni e passiti come il Grisoglia.

La Tenuta Sette Ponti si estende per 330 ettari, dei quali 50 a vigna, in Valdarno, in un suggestivo angolo nel cuore della Toscana, tra Firenze ed Arezzo, in un’area pedemontana abitata fin dal VIII secolo a.C., tra memorie etrusche e romane. Prende il nome dal numero dei ponti sull’Arno – sette appunto – tra i due capoluoghi toscani. Il più famoso di questi, quello di Buriano, limitrofo alla tenuta, costruito tra il 1240 e il 1277, s’intravede sullo sfondo di due grandi opere di Leonardo da Vinci: la Gioconda e la Madonna dei Fusi.

 

Velenosi

Dall’aspirazione all’armonia tra gusto e colore nasce, nel 1984, la Cantina Velenosi. Ercole ed Angela Velenosi, con Paolo Garbini dal 2005, coniugando la tradizione artigianale alle tecnologie moderne, reinterpretano con creatività i processi di vinificazione e danno vita a un’azienda che oggi porta nel mondo intero i profumi e le sfumature del territorio piceno attraverso vini dal carattere unico.

Situati nella cornice delle colline che si allungano verso il mare, i vigneti si imbevono dei sapori più autentici del territorio, per restituirli colorati dai riflessi dei vini. Il terreno, argilloso e fertile, e le viti, fitte di profumi e di storia, raccontano la tradizione picena attraverso vitigni autoctoni e internazionali. E la natura si versa in un calice.