Bibi Graetz

Bibi Graetz

Bibi Graetz: nel 2000, la decisione di puntare tutto sui vitigni autoctoni e su vigneti vecchissimi per produrre uve con caratteristiche tali da esaltare le potenzialità qualitative di Sangiovese, Canaiolo, Colorino e Ansonica, vigneti la cui maggior parte ha, oggi, un’età tra i 50 e gli 80 anni.

La ricerca delle vigne vecchie e di terroir speciali porta alla scoperta di vigneti sulle colline di Fiesole, adiacenti alla cantina, di vigneti nel territorio di Rufina e Chianti Classico e all’isola del Giglio. Questi vigneti, ormai da 15 anni, non sono concimati ed il terreno non é lavorato, per dare alle piante la possibilità di fruttare in modo spontaneo, senza nessuna forzatura. Su queste stesse terre, da allora, viene praticato l’inerbimento spontaneo lasciando che fiori e erbe vadano ad arricchire il bouquet di profumi.

In seguito alla selezione ed identificazione delle uve, raccolte separatamente, secondo il luogo di appartenenza, esse sono indirizzate ai rispettivi processi di vinificazione in barrique, acciaio o troncoconico. La cantina è il luogo dove il processo di maturazione delle uve, trova il suo naturale compimento, semplicemente e senza forzature: niente concentrazione, niente salassi e solforose basse. Non vi è uso di lieviti selezionati in fermentazione, perché l’individualità dei vigneti possa esprimersi al meglio.

L' Agenzia

Sviluppo Horeca

Il Distributore

RHS Roma Horeca Service

Il Partner

Bibi Graetz